website print footer

E anche per il gatto è l'ora della pappa 

E anche per il gatto è l'ora della pappa

Fatta in casa o industriale. Ecco alcune regole da seguire per un pasto all’altezza del micio di casa. A cominciare dalla ciotola: mai di plastica e sempre pulita. Riso, carne e ortaggi. Ma anche uova, formaggio e pesce. Evitando ossa e lische. Oppure fate un salto al supermercato. Tra bocconcini, paté e croccantini. Ecco come scegliere rispettando il fabbisogno nutrizionale giornaliero


E’ il re indiscusso della casa. Coccolato dai più piccoli ma anche dai più grandi. Fiero, leale e orgoglioso il gatto ama le mura domestiche tanto quanto la sua famiglia adottiva. E, come noi, è un amante della buona tavola. Mostrandosi molto esigente quando arriva l’ora della pappa.
A cominciare dalla ciotola: evitate la plastica che spesso ha un odore che disturba il vostro gatto ed è impossibile da eliminare anche lavandola. Sceglietene una di dimensioni sufficientemente ampie: il micio detesta dover piegare i baffi per infilarci dentro il muso. Inoltre, mai posizionarla vicino alla lettiera. E infine, una raccomandazione per la pulizia: lavate spesso la ciotola, ma senza detersivo. Il gatto detesta tanto l’odore del pasto precedente che quello del sapone. A questo punto non vi resta che documentarvi su come e con cosa riempirla. Per soddisfare il fabbisogno nutrizionale del vostro animale domestico, potete scegliere tra cibi fatti in casa o alimenti industriali comunemente venduti anche nei supermercati oltre che nei negozi specializzati. Riso, carne e ortaggi sono solitamente ingredienti che potete utilizzare per preparare voi stessi la pappa del vostro gatto. Controllando di persona la qualità, il costo e l’equilibrio dei vari principi nutritivi del singolo pasto. Come fonte proteica non fossilizzatevi sulla carne: variate con piatti a base di uova, formaggio o pesce a seconda dei suoi gusti. Evitate il fegato: può provocare diarrea. Le proteine, però, da sole non bastano. Integrate la dieta con altri alimenti contenenti grassi e, limitatamente, zuccheri e fibre. Assolutamente vietate ossa e lische di pesce che, scheggiandosi, possono danneggiare l’esofago o gli altri organi dell’apparato digerente.
Gli alimenti di produzione industriale hanno, oltre alla praticità, anche un duplice vantaggio: sono più economici e contengono tutti i principi nutrizionali di cui il gatto ha bisogno. Senza contare che, di solito, sono molto apprezzati dal micio. In ogni caso mai strafare: rispettate scrupolosamente le dosi indicate per la razione giornaliera indicate sulla confezione. I cibi umidi, come bocconcini e paté, sono tra i più apprezzati oltre ad essere caratterizzati da un'alta digeribilità. E velocissimi da preparare: basta aprire la scatoletta e versare il pasto nella ciotola. Una volta aperta la confezione, l’alimento va conservato in frigo dal momento che il cibo umidi è facilmente deteriorabile. Stesso discorso per i paté che, però, a differenza dei bocconcini vanno sminuzzati prima di essere serviti. Pratici e veloci da utilizzare anche i croccantini: disponibili in vari gusti non hanno bisogno di particolari accorgimenti per la loro conservazione. 

Condividi





Scansiona questo codice QR con un dispositivo per accedere a questo contenuto sul web

insegne print footer


Copyright 2020 CE.DI. GROS Società Consortile a r.l. | Sede Legale Via di Tor Tre Teste, 222 - 00155 ROMA | C.C.I.A.A. Reg. Imprese Roma n° 06564861000 - R.E.A. n° 976668 | C.F. & P. IVA: 06564861000 | Capitale Sociale € 20.000.000,00 i.v. | P.IVA 06564861000 | Tutti i diritti riservati