Gel, spuma e lacca: gli eredi della brillantina 

Per tePer te
21.07.201521.07.2015

Ecco come e quando usarli. A seconda dell’effetto e della tenuta dell’acconciatura che vogliamo raggiungere. Prodotti più sicuri e rispettosi dell’ambiente rispetto all’illustre precursore, oggi disponibili in diverse varietà adatte ad ogni tipologia di capello


In principio era la brillantina. Precursore di spume e gel per capelli. La prima, a quanto pare, risalirebbe all’Expo di Parigi del 1900. Inventata da un profumiere francese, rendeva i capelli lucidi e splendenti. Prima di esplodere in commercio negli anni ‘20 nella sua versione in pomata. Realizzata con acqua, oli minerali, come paraffina liquida e petrolati, e cera d’api. Non certo un trionfo di salute per i capelli e il cuoio capelluto. A differenza di oggi, grazie ai discendenti della brillantina, certamente molto più sicuri e rispettosi dell’ambiente.

l gel per capelli è una sostanza gelatinosa utilizzata per il loro fissaggio. Il risultato dell’applicazione del gel è simile, ma più resistente, di quello ottenuto tramite la lacca per capelli. Una alternativa al gel, chiamata mousse per capelli è stata inventata a metà anni ‘80 da Michael J. Hoover. Molte aziende produttrici di gel per capelli, hanno immesso sul mercato numerose varianti del proprio prodotto. Un numero sempre maggiore di gel per capelli mantengono una lunga tenuta sui capelli, mentre sempre meno sono quelli che rendono i capelli eccessivamente rigidi. Caratteristica comune a quasi tutti i produttori di gel per capelli è l’effetto bagnato. Recentemente sono stati prodotti gel specifici (detti "etnici") per le acconciature dei capelli tipici degli afro-americani. Alcuni tipi di gel includono tinte temporanee per i capelli, compresi colori non naturali, associate a varie sub-culture come la moda gotica.

La lacca per capelli è una soluzione a base di acqua piuttosto comune, usata per fissare i capelli in determinate acconciature. Più debole del gel o della cera, viene applicata direttamente sui capelli utilizzando una bomboletta spray. La lacca è stata inventata dalla Chase Products Company dell’Illinois, e commercializzata per la prima volta nel 1948. La base è un copolimero di Polivinilpirrolidone con altri composti plastificanti quali la Colla vinilica uniti a Tensioattivi come il Cloruro di benzalconio e Polidimetilsilossano. I solventi utilizzati per la sua composizione includono un composto di carbonio, fluoro e alogenuri alchilici (i Cfc). I Cfc sono non tossici, non infiammabili e costituiscono un propellente spray ideale. Tuttavia, quando si è scoperto che i Cfc contribuivano alla distruzione dello strato di ozono, sono stati sostituiti con solventi alternativi come alcoli o idrocarburi. Uno strato sufficientemente coprente può proteggere le superfici delicate dall’ossidazione

La spuma per capelli è un prodotto condizionante, formulato come alternativa al gel e alle lacche, per apportare tenuta sia ai capelli lunghi che corti, maschili e femminili, solitamente viene applicato dopo lo shampoo per evitare il rischio che appesantisca i capelli. Le spume possono fornire sia tenuta all’acconciatura, che trattamento per i capelli, esistono difatti varianti di questo prodotto ad azione ristrutturante, volumizzante ed emolliente per adattarsi ai svariati tipi di capelli, sia nella comune distribuzione che ad uso professionale nei saloni dei parrucchieri. Sono confezionate in bombolette con dosatore, che vengono agitate prima dell’uso. Si applicano su capelli umidi, dopo il lavaggio, in noci dal numero che varia in funzione alla lunghezza dei capelli. A differenza dei gel, le spume garantiscono una tenuta leggera che non appesantisce l’acconciatura, non possono essere eliminate dai capelli con colpi di spazzola come le lacche, ma solo con il lavaggio.

Condividi