Erbe aromatiche di stagione, ottime alleate in cucina 

In frigoIn frigo
02.09.201902.09.2019

Belle da vedere e dal buon profumo. Le erbe aromatiche insaporiscono piatti e abbelliscono l’ambiente.


Inutile negarlo...le erbe aromatiche ormai sono di tendenza e fanno arredamento.


Sono diventate un elemento decorativo anche per chi non ama cucinare o impreziosire i propri manicaretti con aromi freschi e stuzzicanti.

Che sia per bellezza o per utilità dobbiamo sapere che le erbe aromatiche a nostra disposizione sono davvero tante, molto interessanti e utilissime per fare la differenza nelle pietanze che prepariamo tutti i giorni.


Chi ama spadellare sa bene infatti che le erbe aromatiche, così come le spezie, dovrebbero essere sempre presenti nella dispensa.

Possono essere fresche, prese direttamente nel vaso in cucina, ma possono anche essere secche o liofilizzate.


Erbe aromatiche e piante come basilico, rosmarino, prezzemolo, menta, ecc. oltre ad essere buone ci offrono un vantaggio non indifferente, quello di aromatizzare le pietanze in maniera del tutto naturale.

Questo concetto risulta essenziale soprattutto se si segue un regime alimentare sano o ipocalorico dove l'utilizzo del sale dovrebbe essere evitato quasi del tutto.


Le erbe e gli aromi ci vengono in aiuto rendendo comunque molto saporite tutte le pietanze.


Ecco le erbe aromatiche più utilizzate

  • ANETO: il suo aroma ricorda un po' quello del finocchio. Ottimo con il pesce, incantevole con gli sgombri, le patate,i funghi, le uova e per insaporire salsine a base di yogurt o panna acida.

  • ROSMARINO: dal profumo intenso, è perfetto per aromatizzare carni, pesci o verdure arrosto, alla griglia o al sale. Immancabile nelle marinate.
    Interessante anche il suo utilizzo nella preparazione di dolci con le pesce, i fichi e le more. Ottimo nella frolla dolce a base di rosmarino e noci.

  • MENTA: la sua freschezza esalta il gusto delle zucchine, piselli, melanzane, pollame e agnello.
    Da un tocco in più alle macedonie, ai gelati e ai semifreddi. Fa la differenza nella preparazione del couscous.

  • MAGGIORANA: dolce e speziata, si abbina a ricotta, omelette e verdure. Interessante nelle rolatine di carne, nelle torte salate e nei minestroni.

  • TIMO: di sapore delicato, le sue foglioline si sposano bene con carni bianche, pesce, piatti a base di cipolle, zuppe di cereali e vellutate di verdure. Il timo è anche ottimo con le patate e con i piatti che hanno del prosciutto cotto all'interno.

  • PREZZEMOLO: molto indicato con ortaggi lessati, insalate e primi di mare e molluschi. Se abbinato a dell'aglio il suo sapore si esalta particolarmente. Importante è aggiungerlo sempre a fine cottura.

  • ERBA CIPOLLINA: sa dare un tocco in più in molte occasioni. Si consiglia sempre di utilizzarla fresca o liofilizzata perché mantiene tutto il suo sapore. Perfetta con le patate e i legumi, sulle tartare e i carpacci di carne e di pesce, con le frittate e canederli.

  • SALVIA: da usare con parsimonia, non puo’ mancare nei saltimbocca, arrosti di maiale e involtini. Abbinata al burro, condisce gnocchi, paste ripiene e riso. Se si ha la possibilità di avere a disposizione quella grande la si può fare fritta ottenendo uno sfiziosissimo aperitivo croccante e saporito.

  • ALLORO: l’alloro si abbina bene con i legumi come per esempio ceci, lenticchie e soia non solo rendendoli più gustosi ma anche più digeribili. E' quasi essenziale nella preparazione di molti piatti di carne e in alcune marinature. Si abbina bene a cipolle, carote e sedano per realizzare un soffritto mentre per quanto riguarda le verdure si può aggiungere alla cottura di zucca, patate e in generale alle verdure più dolci e alle rape. Interessante se abbinato a spezie come curcuma o curry.

  • BASILICO: nella cucina mediterranea il basilico è una delle erbe più amate e apprezzate, protagonista indiscusso della bella stagione. Ovviamente si sposa perfettamente con il pomodoro, sia per preparare sughi e passate che nelle insalate o sopra la caprese con aggiunta di mozzarella.
    Il basilico è in realtà adatto ad aromatizzare praticamente tutte le verdure estive: melanzane, peperoni, cetrioli, zucchine ma anche altri ortaggi come finocchi e patate. Se amate il tofu, sappiate che l'abbinamento è perfetto.
    Si può aggiungere fresco e tritato ma anche secco a zuppe e vellutate.

 

La cucina mediterranea, una delle più sane al mondo tanto da essere abbinata spesso alla cosiddetta “dieta mediterranea”, arricchisce molti dei suoi piatti con le erbe aromatiche.


In linea generale si consiglia l’utilizzo di erbe aromatiche fresche, naturalmente anche quelle secche godono di un ottimo profumo e sono ottime per essere preparate anche in casa.


Le erbe aromatiche si sposano con moltissimi piatti: foglie fresche o secche possono abbinarsi a primi piatti, accompagnare frutta e verdura di stagione, arricchire frutti di mare per fare alcuni esempi.

Per spaziare su alcune idee pensiamo ad esempio ai legumi come il farro o i ceci accompagnati dal basilico, ad una pasta con arselle, olio extravergine d’oliva e prezzemolo o ancora a delle frittelle ripieni con salvia.


Altro esempio: pensiamo al pesto alla genovese. Il basilico è il principe di questo alimento.

Se vogliamo poi spaziare sono interessanti anche i suoi abbinamenti con la frutta, per esempio con le pesce e il melone bianco, ma anche con fragole, lamponi o altri frutti di bosco.

 

Se vuoi sapere di più sui prodotti freschi e sul loro utilizzo in cucina, vai alla nostra rubrica "in frigo".

 

Condividi