Una calza speciale per salutare le Feste 

A cavallo di una scopa l’ultimo guizzo di Natale. Per l’Epifania scegliete il fai da te. Ecco come fare per realizzare una calza speciale. E come riempirla. Per onorare il nuovo anno e regalare ai vostri figli l’ultimo scampolo di divertimento prima del ritorno alla routine


E arriva l’Epifania che tutte le feste porta via. L’ultimo guizzo di Natale è un’occasione da non perdere per regalare ai vostri figli una giornata di divertimento prima di ricominciare con la routine quotidiana. E per renderla speciale iniziate dalla calza. Se non avete tempo, c’è sempre l’estremo rimedio di acquistarne una preconfezionata. Ma se volete rendere unica la ricorrenza non rinunciate all’idea di crearne una da soli.
Basterà procurarsi un vecchio maglione, un paio di jeans che non mette più o, più semplicemente, un vecchio plaid. E dopo aver realizzato su un cartoncino la sagoma della calza, appoggiatela sull’indumento che avete scelto e ritagliatelo seguendone la forma. Non vi resta che cucire le due metà e il gioco è fatto. Ovviamente, dopo averla riempita con dolci, biscotti e, magari, anche un piccolo regalino. Tenendo conto, va da sé, dell’età del destinatario. Certo, se volete strafare e in casa la mamma sa lavorare a maglia, una bela di calza di lana realizzata con i ferri ha senz’altro il suo fascino.
Ma la fantasia non ha confini. Ecco allora un’alternativa decisamente fuori dal comune: una calza in pasta sfoglia da mangiare una volta svuotata del suo contenuto. E se avete deciso di regalare ai vostri figli un nuovo paio di scarpe o di pantofole perché non utilizzare direttamente quelle al posto della calza. Basterà riempirne una di caramelle e cioccolatini. Buona Epifania.

Condividi