Gli asparagi: una verdura di stagione molto apprezzata da tutti 

Gli asparagi, fanno bene alla salute avendo diverse proprietà terapeutiche: scopriamole insieme


Gli asparagi, originari dell’Asia, oggi sono diffusi in tutta Europa.

Si tratta di piante erbacee perenni appartenenti alla famiglia delle Liliaceae, quindi la stessa famiglia di aglio e cipolla.


Esistono diverse specie di asparagi: gli asparagi coltivati, che derivano dall’asparago comune e gli asparagi selvatici dal sapore più intenso.

Quelli selvatici, molto più sottili di quelli coltivati, crescono prevalentemente nei boschi di quercia e nei pascoli dove vengono raccolti.

Hanno un colore verde scuro e sono molto ricercati per il caratteristico sapore che li rende l’ingrediente ideale per un primo piatto come il risotto e per le frittate.

 

Gli asparagi più noti hanno colore verde, ma esistono anche asparagi bianchi e viola. Queste differenza cromatiche non comportano diverse proprietà nutrizionali ma offrono un sapore differente.

Gli asparagi bianchi per esempio sono meno pungenti ma hanno un sapore più persistente.

 

Quali sono le proprietà nutritive degli asparagi?

 

Gli asparagi sono ricchi di vitamine del gruppo A, B, C, E e K, hanno parecchi sali minerali, in modo particolare potassio, calcio, fosforo, sodio, magnesio, manganese, ferro, zinco, rame, selenio e iodio.

Per il 93% sono costituiti da acqua e solo per l'1,9% da grassi.

 

Gli asparagi hanno inoltre poche calorie, 24 kcal per 100 grammi di parte edibile, quindi sono indicati in caso si stia seguendo un regime alimentare ipocalorico.

 

Gli asparagi sono poi anche ricchi di fibre e antiossidanti. Le fibre sono molto importanti per aiutare il transito intestinale e smaltire le tossine e per ridurre i livelli nel sangue di colesterolo e glucosio dopo i pasti. Hanno anche un indice glicemico molto basso, quindi sono indicati nell’alimentazione dei soggetti diabetici.

 

Da ricordare poi che gli asparagi sono privi di colesterolo e grassi dannosi, e sono anche poveri di sodio. In particolare la presenza di antiossidanti si rivela benefica per la pelle e la lotta ai radicali liberi, mentre le vitamine del gruppo B aiutano a regolare i livelli di glucosio nel sangue aiutando a prevenire il diabete.

Hanno un buon effetto diuretico e per tanto sono utili a combattere la ritenzione idrica…sarebbe proprio il caso di approfittarne!

 

Sono molto ricchi di vitamina C (25 mg ogni 100 g, il che equivale a circa un terzo del fabbisogno di una persona adulta), carotenoidi (i precursori della vitamina A, che ha un’azione antiossidante e protettiva della pelle e delle mucose e stimola l’azione del fegato), vitamina B e sali minerali, tra i quali calcio, fosforo e potassio.

 

Da sapere quindi che mangiando 100 grammi di asparagi si assume circa il 75% della quantità quotidiana necessaria di acido folico, sostanza molto importante per la moltiplicazione delle cellule dell’organismo e per la sintesi di nuove proteine.

 

E come possono essere utilizzati al meglio in cucina?

 

Gli asparagi si possono utilizzare in cucina nei modi più diversi: crudi in insalata, tagliati finissimi e conditi con scaglie di parmigiano, sale, pepe e olio, cotti passati nel burro o nell'olio e accompagnati da un buon uovo fresco, ma anche le vellutate sono davvero squisite.

 

Si prestano alla preparazione di svariati condimenti per la pasta, ad esempio abbinati alla pancetta, allo speck, alla salsiccia oppure ai gamberi.
Sono ottimi se accoppiati con portate di pesce, soprattutto salmone e trota iridea. A questo proposito si pensi all’abbinamento per delle quiche, miniquiche o delle semplici crostate salate da servire come antipasto.

 

Una curiosità?

 

In Germania vicino a Monaco di Baviera, in una piccola città chiamata Schrobenhausen, esiste una vera e propria cultura degli asparagi, tanto da aver creato nel 1985 il Museo europeo degli asparagi.

E' possibile quindi farsi una vera e propria cultura, dagli strumenti e gli utensili per la coltivazione agli oggetti per la cucina e la tavola, alle ricette e addirittura a quadri a loro dedicati.

 

La stessa città ospita la Sagra degli asparagi in cui i contadini vendono direttamente quelli da loro raccolti e i ristoranti dedicano i loro menu a specialità a base di asparagi.


Se vuoi scoprire altre curiosità sul cibo, visita la nostra rubrica dedicata al prodotto del mese.

 

Condividi