Anche per la pelle è l’ora del cambio di stagione 

Per tePer te
23.09.201623.09.2016

Dopo il caldo e la tintarella, con l’autunno è tempo di prendervi cura della vostra cute. Ecco alcune sostanze fondamentali per rigenerarla dopo le “fatiche” estive. Dal betacarotene agli Omega 3 fondamentali per la salute delle membrane cellulari. E poi le vitamine A, F ed E 


Arriva l’autunno. Ed è tempo di cambio di stagione. Anche per la pelle dopo le fatiche estive e la tintarella al mare o in montagna. Ecco alcune sostanze che possono darvi decisamente una grossa mano.
Il carotene è una provitamina terpenica contenuta nelle carote e in numerosi vegetali a cui conferisce colorazione rossa o arancio. Dal suo metabolismo si producono due molecole di vitamina A. Il carotene è formato da 8 unità isopreniche ciclizzate agli estremi ed esiste in due forme dette alfa e beta. Il beta-carotene è la forma più diffusa in natura. La salute degli occhi è uno degli aspetti legati alla presenza di betacarotene. Ulteriori elementi, interessati nella presenza di questa specifica sostanza sono la salute della pelle, delle membrane e dei denti.
Gli omega-3 (o PUFA n-3) sono una categoria di acidi grassi essenziali (come gli omega 6). Caratterizzati dalla posizione del primo doppio legame che, iniziando il conteggio dal carbonio terminale (carbonio ω ovvero carbonio n), occupa la terza posizione, da cui il termine Omega-3 (vedi figura). Sono noti soprattutto per la loro presenza nelle membrane cellulari e per il mantenimento della loro integrità.
In aiuto arriva anche la vitamina A (retinolo): la sua funzione antiossidante combatte i radicali liberi ed elimina le tossine dal corpo, allontanando i segni di invecchiamento cutaneo. E, in più, rinforza la pelle, previene l’acne, stimola il naturale rinnovamento delle cellule e tonifica. Oltre ad avere elevata attività antiossidante, la vitamina C risulta fondamentale nella creazione del collagene, proteina importantissima che conferisce tono ed elasticità alla cute. Inoltre, la vitamina C risulta importante nella prevenzione delle lesioni ai capillari: perfetta, quindi, per prevenire la couperose, ma anche accelerarne il processo di guarigione.
Associata alla vitamina A, inoltre, contrasta le alterazioni causate dal photoaging, ovvero l’invecchiamento da esposizione prolungata al sole. Nella categoria degli antiossidanti spicca la vitamina E, quasi una sorella della vitamina C. Anche lei, infatti, migliora l’idratazione della pelle e la mantiene elastica.
 

Condividi