Denti bianchi e forti col metodo tibetano 

Per tePer te
13.05.201613.05.2016

La salute inizia dall’alimentazione. E continua con l’igiene: un cucchiaio di sale kosher in mezzo bicchiere di acqua fredda precedentemente bollita. Spargete alcuni cristalli di sale sulle setole e iniziate a strofinare. Immergendo di tanto in tanto lo spazzolino nella soluzione. Che utilizzerete anche per sciacquarvi la bocca


Denti bianchi e puliti? Ecco un’alternativa naturale al dentifricio: il metodo dei monaci tibetani. Basato sul combinato disposto tra un’alimentazione appropriata e un particolare metodo per lavarsi i denti. E’ risaputo che zuccheri, farine e latticini demineralizzano la superficie dei denti danneggiandoli.
Il primo passo, quindi, inizia dal mangiare bene. Inoltre, se la maggior parte dei dentifrici in commercio contengono sostanze chimiche che non sono certo il massimo a contatto con l’interno della bocca, ecco l’alternativa del rimedio tibetano. Un cucchiaio di sale kosher in mezzo bicchiere di acqua fredda precedentemente bollita. Mescolate e rimuovete la schiuma che si forma in superficie. Spargete alcuni cristalli di sale sulle setole dello spazzolino e iniziate a strofinare dolcemente per non irritare le gengive. A questo punto, immergete lo spazzolino nella soluzione che avete precedentemente preparato e continuate a spazzolare. E, per finire, risciacquate utilizzando il medesimo miscuglio di acqua e sale.
Il risultato sarà stupefacente: via lo sporco e le macchie dai denti e gengive più forti. La fase di risciacquo può essere reiterata più volte nell’arco della giornata. Mentre, per lo spazzolamento, non eccedete le due volte a settimana. Ma che cos’è il sale kosher? Si tratta di un sale che si caratterizza per il procedimento di estrazione, per il quale la sua forma (più schiacciata e allungata) risulta diversa dai granuli del sale grosso comune. Vista la difficoltà di reperirlo, l’alternativa più comune è offerta dal normale sale marino grosso. Il metodo tibetano, oltre ai risultati sul piano estetico, distrugge i batteri patogeni nella cavità orale e rafforza lo smalto dei denti. 

Condividi