Ayurveda a tavola: che cosa significa? 

Per tePer te
03.01.201903.01.2019

Una delle più antiche forme di medicina mai teorizzate dall’uomo, nata in India circa duemila anni fa 


La scienza, i giornali, i blog, tutti ci dicono di mangiare sano ed equilibrato ma da dove nasce il concetto di mangiare equilibrato e cosa sottointende in realtà?

Per capirlo si dovrebbe partire da quella che è considerata a pieno titolo una delle più antiche forme di medicina mai teorizzate dall’uomo, l'Ayurveda, nata in India circa duemila anni fa e basata sull’equilibrio dell’organismo.
Necessita una precisazione: questo tipo di medicina non è ancora stata studiata in modo completo dalla medicina convenzionale occidentale.
Ciò implica, al di là dei risultati pratici e positivi che si possono ottenere seguendola, che non è ancora considerata materia scientifica e certa.
E' però molto utile conoscere le teorie ayurvediche: nella nutrizione ayurvedica, esistono sei diversi sapori e sei qualità principali.

Un modo semplice per assicurarsi un regime alimentare equilibrato, pare quello di includere ad ogni pasto i sei sapori riconosciuti dall’Ayurveda: dolce, salato, amaro, acido, piccante e astringente.
In questo modo possiamo essere sicuri che nella nostra dieta quotidiana siano presenti i principali gruppi di alimenti e nutrienti, e questo, sembra da una parte ridurre le classiche "voglie di cibo" e dall'altra, equilibrare l’appetito e la digestione.

Per l'Ayurveda è un grave errore fossilizzarsi sulla preferenza di pochi sapori, solitamente il salato e il dolce, tralasciando quindi gli altri come per esempio l'amaro: questo finisce per portare un mancato equilibrio.
Bisognerebbe quindi tornare ad apprezzare i gusti naturali, tutti e sei anche se non corrispondono esattamente ai gusti a cui noi occidentali siamo abituati.

Un ulteriore aspetto dell’Ayurveda riguarda il fatto che i sapori portano messaggi emozionali: come il corpo ha bisogno di tutti i nutrienti, e quindi di tutti i gusti, così la mente necessita di tutte le emozioni, nessuna esclusa.
Provare emozioni, anche attraverso l’esperienza del gusto, diventa quindi un modo per rimettere in connessione mente e corpo.

 

Se ti interessano altri suggrimenti sui modi per prenderti cura di te e del tuo benessere personale puoi leggere questi articoli.

Condividi