Bianco splendente coi rimedi delle nonne 

Per la casaPer la casa
10.06.201610.06.2016

Dai raggi solari alla cenere, dal limone al bicarbonato di sodio. Per non parlare del sale e dell’acqua ossigenata. Tanti rimedi naturali ed economici per vincere la sfida quotidiana contro macchie ed aloni. Senza spendere una fortuna in prodotti chimici


Macchie da incubo sui capi bianchi? Niente paura. I rimedi non mancano. E senza ricorrere all’utilizzo di costosi prodotti. Basta seguire i vecchi metodi delle nonne.
Per le macchie più leggere, a volte, è sufficiente stendere i capi al sole: i raggi solari “scioglieranno” via lo sporco. E che ne dite della cenere? Proprio quella che una volta, proprio le nonne, usavano per sbiancare i tessuti. La cenere, non a caso, ha la proprietà di far tornare bianchi i nostri capi. Poi c’è il succo di limone. Di due limoni, per la precisione, da aggiungere ad un litro d’acqua con due cucchiai di sale grosso. Quanto basta per riportare al bianco naturale il vostro bucato a mano. Altro prezioso alleato è il bicarbonato di sodio: aggiungerne una tazza ad ogni lavaggio aiuterà il bianco a restarlo più a lungo.
E, sempre il bicarbonato di sodio (due cucchiai), unito alla soda (due cucchiai) e al sale fino (un cucchiaio), è un ottimo pretrattante per i lavaggi in lavatrice. Anche il sale è una sorta di jolly. Specie per le piccole macchie: unito all’acqua calda agisce bene come smacchiatore sui tessuti. Infine, l’acqua ossigenata: quella a 36 volumi è un portento contro macchie ed aloni. 

Condividi