Per la casa la pulizia inizia dai muri 

Per la casa
11.05.2016

Ecco come un rimedio “casalingo” per detergerli senza rovinarli. Con acqua e candeggina. O, in alternativa, il bicarbonato per le macchie più ostiche. Uno spazzolino da denti usato andrà benissimo per le righe tra le maioliche. E contro la muffa una soluzione di acqua e aceto


Finché si tratta di pulire pavimenti e finestre stiamo parlando di ordinaria amministrazione. Ma vi siete mai chiesti come fare per pulire le pareti di casa? Si comincia spolverando. Con una scopa rivestita di un panno morbido per evitare di graffiare i muri. O, in alternativa, impugnando l’aspirapolvere. Per lo sporco liquido andrà bene una spugna asciutta. Per le macchie ecco come regolarvi: diluite un cucchiaio di olio di lavanda in un litro d’acqua e versate la soluzione in un erogatore spray. Spruzzate sulla macchia e strofinate con un vecchio collant. Prima di cominciare, coprite i mobili con un lenzuolo o con dei fogli di nailon per proteggerli e rimuovete i tappeti per evitare di macchiarli. Spolverate e pulite dal basso verso l’alto.
Munitevi di due secchi. Uno per il detergente e l’altro con acqua pulita per risciacquare la soluzione. Se il vostro problema, invece, è la muffa dovrete regolarvi diversamente: a mali estremi, estremi rimedi. La soluzione più frequente è l’impiego della candeggina: spruzzatela sulla macchia e strofinate con un panno pulito. Un rimedio particolarmente efficace sulle pareti bianche, meno sui muri colorati. Se la muffa è particolarmente ostinata il rimedio dovrà essere ancora più aggressivo. Lasciate stare la candeggina e optate per il bicarbonato di sodio (due cucchiai) diluito in acqua ossigenata (700 millilitri) con l’aggiunta di 2 cucchiai di sale. Dopo aver agitato energicamente, spruzzate la soluzione sulla chiazza di muffa e con uno spazzolino da denti strofinate per rimuovere la macchia. Stessa procedura per eliminare lo sporco negli interstizi tra le maioliche a muro della cucina e del bagno. 

Condividi