Che cosa coltivare in giardino o in vaso nel mese di marzo 

Per la casa
06.03.2019

Preparare il terrreno e i vasi per la primavera: che cosa serve per ottenere un ottimo risultatoe fare l'orto fai da te?


La primavera si sta avvicinando e chi ha la passione per l'orto sia in giardino che in vaso, sa bene quanto siano importanti i lavori che si devono fare in questo periodo.
Marzo è senza dubbio uno tra i mesi più importanti per la cura dell’orto.

 

Qual è la prima attività da fare?

Intanto per incominciare dobbiamo liberare sia il giardino che i vasi dalle erbe infestanti.


Già a partire da marzo potremo piantare dal basilico alle melanzane che ci ritroveremo nei mesi seguenti.
In questo mese non c'è nulla di scontato e occorre essere bravi a valutare le condizioni climatiche molto differenti da regione a regione.
Valutate quindi se procedere con la semina in semenzaio o in piena terra.

 

Che cosa seminare allora?

 

Potete sbizzarrivi: aglio, anguria, asparagi, basilico, cavoli, carote, cetrioli, cipolle, finocchi, melone, melanzane, patate, peperoni, piselli, pomodori, porri, prezzemolo, radicchio e ancora rucola, sedano, spinaci, valeriana, zucca e zucchine sono tutte le varietà di verdure tra cui optare.

Se utilizzate il semenzaio lavorate con basilico, anguria, melone, zucchine, peperoni, melanzane, carciofi e prezzemolo.

Se al contrario volete seminare nei vasi in terrazzo allora incominciate con ravanelli, carote, basilico, zucchine, pomodorini, fagioli e fagiolini, ma anche melanzane rotonde di piccola taglia, piccoli peperoni e peperoncini, cetrioli, patate e topinambur.


Se poi avete un orto vero e proprio molto probabilmente avrete ancora qualcosa da raccogliere: le ultime zucche, dei cavolfiori, dell'aglio, delle cipolle e la cicoria.

 

Se volete attendere ancora un pò oltre ad eliminare tutte le erbe infestanti dovrete preparare il vostro terreno sia in terra che in vaso con un buon compost.

 

Se pensate di annoiarvi nell'attesa ricordatevi che come avviene lungo tutto il corso dell'anno, è possibile dedicarsi alla coltivazione casalinga ed alla raccolta dei germogli, partendo da chicchi, semi o legumi secchi, tra cui ceci, fieno greco, semi di lino, erba medica, orzo, senape, lenticchie, miglio e amaranto.
Interessante non trovate?

 

Puoi trovare altri articoli all'interno della rubrica "per la casa" e scoprire piccoli accorgimenti per rendere la casa un posto migliore in cui stare.

Condividi