In viaggio verso Memphis sulle tracce di Elvis 

Città del Tennessee dove esplose il mito di The King. E alla quale è legata la carriera discografica di Elvis Presley. Detto The Pelvis per il suo inconfondibile movimento di bacino che esibiva durante i suoi concerti. Graceland, la villa dove è sepolta la rockstar, è una delle mete turistiche più visitate degli Stati Uniti


Ampiamente considerato come uno dei cantanti più influenti del Novecento. Considerata un'icona culturale. È stato fonte di ispirazione per molti musicisti e interpreti di rock and roll e rockabilly, tanto da meritarsi l'appellativo de il Re del Rock and Roll o The King (il Re). La sua presenza scenica e la mimica con cui accompagnava le sue esibizioni hanno esercitato notevole influenza sulla cultura statunitense e mondiale. In particolare, i movimenti oscillatori e rotatori del bacino, oltre a destare scandalo presso chi li interpretò come movenze di un amplesso, gli procurarono l'appellativo di Elvis the Pelvis (Elvis il bacino), anche se egli stesso non amava molto questo soprannome, come più volte ammise durante le rare interviste concesse all'inizio della carriera.
Nato a Tupelo, nel Mississippi, l’8 gennaio1935, è soprattutto a Memphis, capoluogo della contea di Shelby nello Stato del Tennessee, dove morì 16 agosto 1977, che è legata la sua carriera. Popolata per millenni dai nativi americani, Memphis conobbe i primi insediamenti colonici ad opera dei francesi intorno al 1790, soprattutto per proteggere i propri interessi commerciali fluviali. Nel 1826 la città venne definitivamente annessa agli Stati Uniti d'America. Le attività legate al fiume Mississippi e la lavorazione del cotone sono state le fonti di maggiore produttività lavorative, che collassarono intorno al 1880 con l'espandersi di un'epidemia di febbre gialla. Solo negli anni Venti, soprattutto grazie alla comunità nera, la città tornò più viva che mai. Negli anni cinquanta, nell'immediato dopoguerra divenne il più importante centro di registrazione musicale dando vita a tantissimi artisti e alle più importanti star musicali americane. Il 4 aprile 1968 vi fu assassinato Martin Luther King. La zona più bella e caratteristica è quella di Beale Street, dove si concentrano negozi, locali e ristoranti caratteristici. Altra attrazione che ogni anno attira migliaia di visitatori è Graceland, ovvero la villa dove è sepolta la rockstar Elvis Presley.
Memphis è conosciuta nel mondo come culla di molti generi musicali americani fra i quali blues, gospel e rock and roll. Fra gli artisti che sono cresciuti o che hanno iniziato qui la loro carriera, oltre ad Elvis, ci sono B.B. King, Johnny Cash, Aretha Franklin, Carl Perkins, John Lee Hooker, Howlin' Wolf, Jerry Lee Lewis, Al Green, Muddy Waters, Tina Turner, Roy Orbison, Willie Mae Ford Smith, Sam Cooke, Booker T. & the M.G.'s, Otis Redding, The Blackwood Brothers, Isaac Hayes, Rufus Thomas, W.C. Handy e Jerry "The King" Lawler, Harlan T Bobo, Big Star.

Condividi questa pagina