Scopriamo tutti i dolci della tradizione natalizia italiana 

È tempo di...È tempo di...
16.12.201816.12.2018

Il Natale porta in tavola dolci sfiziosi e diversi da regione a regione: scopriamo quali sono i più golosi


I dolci della tradizione che noi italiani prepariamo durante le feste natalizie quasi che non si riescono a contare tanto sono numerosi: dal classico panettone farcito o nella sua versione classica, alla cassata siciliana, ai Roccocò campani, agli struffoli di Napoli e alla sbrisolona di Mantova.

Descriviamo i più conosciuti per capire quale potrebbe essere il nostro preferito.

Iniziamo dal Lazio dove troviamo tantissimi dolci tipici locali che affondano le loro radici nella tradizione natalizia.
Un dolce tipico dell'impero romano, il Pangiallo, un mix di mandorle, frutta candita, cacao e altri ingredienti tipici. Le nociate o nocchiate, due ricette simili che hanno alla base noci o nocciole, sono tipiche della provincia di Roma. I tozzetti, biscotti presenti in tante variabili che si caratterizzano per un impasto a base di frutta secca, miele e un pò di pepe. 


E nel resto d'Italia quali sono le ricette più famose?

Il Tronchetto di Natale in Piemonte che si ispira al tronco che riscaldava il Natale delle famiglie piemontesi nei secoli passati.
Lo Zelten del Trentino, ovvero un pane fruttato e speziato le cui origini si perdono nella notte dei tempi.
La Bisciola della Lombardia: una sorta di panettone che prevede nell'impasto noci, fichi secchi e uvetta.
La Gubana del Friuli: una chiocciola, il tipico rotolo di pasta dolce friulano, farcito con frutta secca, uva passa, amaretti e bagnato dalla grappa.
Il Pandolce ligure: una specie di focaccia di pasta lievitata ricca di canditi, pinoli e uvetta particolarmente sostanzioso.
Il Panspeziale o Certosino dell'Emilia Romagna: cioccolato, miele, mostarda bolognese, frutta candita, pinoli e burro alcuni dei sui ingredienti.
Il Panforte toscano: tipico della tradizione senese, è ricoperto di mandorle e farcito con arance e cedri canditi.
Le Cartellate pugliesi che profumano le case di anice, mosto cotto e cannella.
Gli Struffoli della Campania: palline di pasta fritta legate con il miele che in Umbria e nelle Marche prendono il nome di cicerchiata.
Nella ricetta napoletana domina la frutta e la zucca candita.
I Buccellati siciliani: limone, arancia, cannella e vaniglia, fichi secchi, mandorle, noci, nocciole e pistacchi per delle classiche girelle.
I Sebadas della Sardegna: un dolce della tradizione pastorizia sarda oggi decantato dai palati gourmet per l’impiego del raffinato nonché amarissimo miele di corbezzolo. Si usa come una glassa che ricopre il grosso raviolo di sfoglia ripieno di pecorino locale.

Insomma, questi sono solo alcuni dei golosissimi dolci natalizi della tradizione italiana che ancora oggi si preparano nelle nostre case.
Voi quale preferite?

Se ti interessa scoprire quali sono i luoghi dove acquistare i migliori dolci a Roma, puoi visitare questo sito o scoprire le curiosità del mese di dicembre.

Condividi