Tremate, tremate! Le streghe son tornate 

Buono a sapersiBuono a sapersi
16.10.201516.10.2015

Non c’è notte di Halloween senza zucca. Ecco come intagliarne una per ricreare il personaggio di Jack o’Lantern. E per una delle ricorrenze più amate dai bambini, preparatevi a servire un menù terrificante a prova di stomaco di mostro: Dita mozzate, bulbi oculari e ali di pipistrello


Jack o’Lantern sta per arrivare e ha poca voglia di scherzare. Meglio, allora, appagare i suoi appetiti rispettando alla lettera il copione di Halloween. A cominciare dalla zucca intagliata che proprio dal personaggio di Jack o’Lantern trae origine.
Ma come prepararne una all’altezza? Rimuovete il cappello della zucca, tagliando intorno al picciolo, in modo da aprire un varco circolare abbastanza ampio da poterci infilare una mano. Svuotatela, raschiate le pareti interne e asciugatele con un canovaccio. Con un pennarello nero, disegnate il volto di Jack o’Lantern sulla zucca e ritagliate con un coltello le sagome. Lasciate asciugare per una notte prima di inserire una candela all’interno. Dopo averla accesa, ricoprite la zucca con la calotta. Non vi resta, ora, che preparare un orribile menù di Halloween a prova di mostri e streghe. Eccovene uno che potrebbe fare al caso vostro.
Antipasto: dita di mostro. Ingredienti: una confezione di pan carrè, maionese, tonno e mandorle. Frullate tonno e maionese fino ad ottenere una crema e spalmatela su una fetta di pan carrè. Appoggiate una seconda fetta sulla prima a mo’ di panino e tagliatele a forma di bastoncini, stretti e lunghi, come fossero, appunto, delle dita. Ritagliate una delle estremità con un coltello rendendola appuntita. Appoggiateci sopra una mandorla per l’effetto unghia.
Primo: bulbi oculari. Ingredienti: 12 uova, 12 olive ripiene e colorante alimentare rosso. Bollite le uova e fatele raffreddare in acqua fredda. Sbucciatele e tagliatele a metà in larghezza. Disponetele su un vassoio, appoggiandole dalla parte piatta. Dopo aver tagliato a metà anche le olive ripiene, aprite con un coltellino un piccolo buco sulla sommità delle uova e spingeteci dentro una mezza oliva con il lato piatto rivolto verso l’alto.
Secondo: ali di pipistrello in salsa paludosa. Ingredienti: 20 ali di pollo, salsa di soia, paprika, sale e pepe, erbe aromatiche, aglio. E, per la salsa, formaggio fresco, pepe, aglio, erba cipollina o asparagi (di guarnizione). Mettete le ali di pollo in una busta di plastica per alimenti, e adagiatela in una ciotola. A parte mescolate la salsa di soia, la paprika, le erbe aromatiche, sale, pepe e l'aglio a pezzetti. Versate la salsa nella busta con le ali di pollo e, dopo aver agitato, lasciate insaporire, in frigorifero, per 3-4 ore. Togliete il pollo dalla busta, e cuocetelo in forno a 230 gradi per circa 10 minuti. Quindi, versate la salsa utilizzata per maniratura nella teglia e lasciate andare in forno fino a cottura ultimata. Per la salsa paludosa di accompagnamento, mescolate il formaggio fresco fino a farlo diventare una crema, aggiungete pepe macinato e qualche spicchio d'aglio intero. Guarnitela con asparagi lessi o fili d’erba cipollina. 

Condividi