Corzetti alla polceverasca 

  Com'è

Facilissima

  Cosa ti serve

I corzetti alla polceverasca sono un primo piatto tipico della cucina ligure. Originari della Val Polcevera, sono dischi a forma di otto modellati a mano (“tiè con è die”, in dialetto), si distinguono così dai corzetti stampati (o del Levante), realizzati invece con stampini in legno per imprimere stemmi e altri disegni. Scopriamo insieme tutti i passaggi per prepararli secondo la tradizione.

Quella dei corzetti è una ricetta semplice ed economica. Ecco quello di cui hai bisogno per mettere in tavola 4 porzioni e stupire i tuoi ospiti.

Per la pasta:

  • 400 gr di farina
  • 1 uovo
  • Acqua (quanto basta)
  • Sale (quanto basta)

Per il condimento:

  • 100 gr di parmigiano grattugiato
  • 120 gr di burro
  • 100 gr di pinoli
  • Maggiorana
  • Sale e pepe (quanto basta)

  Come si prepara

Dopo aver setacciato la farina su una spianatoia, unisci l'uovo e un pizzico di sale, poi inizia a impastare incorporando gradualmente acqua tiepida. Lavora a mano la pasta fino a ottenere un composto liscio e lascialo a risposare per un'ora. A questo punto puoi preparare i corzetti staccando piccoli pezzi di pasta della dimensione di una nocciola. Lavora ogni pallina di pasta con le dita, allungandola e premendo con gli indici sulle due estremità in modo da dargli la forma del numero otto. Fai asciugare i corzetti su una tovaglia infarinata senza coprirli, così che prendano aria.

Sciogli il burro in una padella e aggiungi le foglioline di maggiorana regolando di sale e pepe. Cuoci i corzetti in abbondante acqua salata, scolali e versali nel condimento con una generosa spolverata di parmigiano.

Puoi servire questa pasta anche con altre salse, ad esempio con sughi a base di carne, pomodoro o funghi. Accompagnati da un buon vino ligure, i corzetti conquisteranno anche i palati più raffinati!

 

Condividi questa pagina



Altre ricette in questa categoria